Il rapporto tra intelligenza umana e artificiale

22 giugno 2017

Vorremmo segnalarvi un bell'articolo che stimola la lettura del nuovo libro di Garry Kasparov dal titolo Deep Thinking, all’interno del quale il campione di scacchi rievoca i suoi match contro Deep Blue, il computer IBM creato nel 1996 esclusivamente per giocare a scacchi e dal quale, nello stesso anno, fu battuto. Una sfida epica; per la prima volta un campione del mondo veniva battuto in una sfida con tempi regolari da torneo.

Kasparov è una persona estremamente interessante oltre che considerato il campione di tutti i tempi di scacchi. Un personaggio di grande spessore che non ha esitato nemmeno ad impegnarsi in politica per portare avanti attivamente le sue ideologie. E Deep Thinking è un libro decisamente interessante per chi si occupa di software e di e-commerce: racconta le opinioni dell'ex campione del mondo sull'intelligenza artificiale, in particolare nel suo mondo certo, ma l’immagine che ne esce è qualcosa che raffigura in modo piuttosto completo l’argomento riguardante il rapporto fra uomo e macchina.

Non resta che attendere che il libro venga tradotto in italiano! Anche se, nel frattempo, impazienti, credo che inizieremo a leggerlo in inglese…

Ecco l'articolo: www.iltascabile.com/societa/pensare-in-profondita

 

Giuseppe Ceci

Condividi l'articolo!