Instagram Trend 2022: tutto ciò che c'è da sapere sulla piattaforma!

24 marzo 2022

Quest’anno Instagram ci ha fornito per la prima volta l’Instagram Trend Report 

Si tratta di una guida a quelle che saranno le tendenze imminenti, definite dalla generazione Z, su ciò che succederà nel mondo e sui cambiamenti nel modo di vedere il mondo.

Come afferma Instagram:  “Per creare questo rapporto, abbiamo attinto alle menti della Generazione Z per saperne di più sulle tendenze   in aumento di Instagram in tutte le categorie tra cui musica, moda, creator e celebrità, bellezza, 
giustizia sociale e molto altro ancora. Dalla ridefinizione del modo in cui si avvicinano all’istruzione e all’idea di “carriera”, alle dichiarazioni di moda massimaliste, questo pubblico orientato al futuro crea costantemente la realtà in cui vuole vivere”.

In collaborazione con Ypulse, la principale autorità sulle generazioni Z e Millenials, questo report si basa su un sondaggio condotto negli USA tra 1200 utenti di età compresa tra 13 e 24 anni che settimanalmente frequentano i social.

Focalizzandosi sul settore shopping, emerge come non possiamo vivere senza lo shopping online.
Oltre 1 adolescente e giovane adulto su 4 (27%) si aspetta di fare acquisti direttamente attraverso i feed dei social media e le funzioni speciali in-app.

A questo si ricollega anche il Digital 2022 Global overview report di We are social in parterniship con Hootsuite, in cui emerge in modo particolare la crescita a doppia cifra degli utenti social, oggi il 58,4% della popolazione mondiale.

Ad oggi Instagram è la piattaforma social che registra tassi di crescita più elevati, con un aumento rispetto all’anno precedente del 10%.
E’ la piattaforma preferita dagli utenti che supera per la prima volta Facebook, anche se solamente di 0,5 punti percentuali.
Nonostante ciò, dall’analisi di We are social, emerge come non sia la piattaforma più utilizzata, ma si registri un consistente gap rispetto a Facebook che occupa il primo posto.

Ig trend

Interessante in particolare notare che l’home feed di Instagram raggiunga circa il 97% dell’utenza attiva su base mensile.
Le stories raggiungono più di 1 miliardo di persone ogni mese e questo è un aspetto su cui puntare particolare attenzione nella definizione del piano editoriale. Queste infatti solo quelle che hanno determinato una crescita esponenziale del MAU (Montly Active Users – utenti attivi al mese).
La tab explore rimane “più indietro” rispetto alle stories assestandosi a 800 milioni di persone al mese.

Ultimi ma non meno importanti, i reels che raggiungo più di 675 milioni di persone ogni mese.
In merito a questi, è importante sottolineare come siano un ottimo contenuto con potenzialità a livello organico, in grado di raggiungere più facilmente utenti non inclusi all’interno dei propri follower.

Ma che cos’è Instagram? E’ un canale social di recente nascita (2010) , in continua evoluzione e dominato da logiche particolari.
Prossimi trend? Sono all’ordine del giorno e richiedono un continuo aggiornamento per poterne sfruttare le potenzialità.

 
Sezione Shop di Instagram: la pandemia ha portato gli utenti ad utilizzare un solo canale social portando i social stessi a rivoluzionarsi, cercando di accompagnare l’utente in tutto il percorso di customer journey.
Questo porterà ad un percorso di acquisto più semplice e lineare, in aiuto anche alle fasce di età con gap tecnologici. Ad oggi grazie attività di adv, è possibile raggiungere quasi 190 milioni di persone ogni mese.

 
Feed cronologico o feed algoritmico: ad oggi all’ interno di Instagram ci troviamo con un feed algoritmico, ma voci di quartiere affermano che si potrebbe tornare come in passato ad un feed cronologico, o meglio sarà l’utente stesso a scegliere. Questo aspetto è molto importante da tenere in considerazione per la pianificazione di una strategia social e di un piano di comunicazione.

 
Abbonamenti per i creator: ad oggi in fase di sperimentazione negli USA, è un trend che potrebbe arrivare anche in Europa. Pensato per dare un compenso ai creator, vengono definiti abbonamenti da 0,99€ a 4,99€, con la possibilità del creator stesso di aggiungere al suo profilo un badge che ne attesti l’esistenza.
 
Live Shopping: presente negli USA (anche attraverso Amazon Live), sarà un prossimo trend che potrebbe interessare l’Europa. Si tratta della trasformazione della televendita in live shopping, in cui l’utente stesso avrà la possibilità di acquistare prodotti all’ interno di live.

 

Vuoi rimanere informato sul blog di Nimaia?

Nimmaia skill

Contattaci

Daremo forma al tuo progetto


Scrivici, conosciamoci, collaboriamo



Contatti principali

tel: +39-0541-775906

lu-ve, 10:00-12:00 / 15:00-17:00

info@nimaia.it