Blog

Il blog di Nimaia

Google considera i contenuti generati dagli utenti sui siti web alla pari di quelli principali

Google considera i contenuti generati dagli utenti sui siti web alla pari di quelli principali

I contenuti generati dagli utenti (user generated content) e il contenuto principale di un sito web sono trattati allo stesso modo quando Google classifica una pagina web. In questo articolo tratto dal Search Engine Journal John Mueller di Google ha recentemente spiegato che quando si tratta di posizionamento delle pagine sulla rete di ricerca, non c'è differenza tra il contenuto generato dagli utenti e il contenuto principale. Chi è John Mueller È uno dei webmaster... Continua a leggere →

Come è cambiato il comportamento d'acquisto online con il Coronavirus

Come è cambiato il comportamento d'acquisto online con il Coronavirus

Questi mesi di reclusione forzata hanno portato diversi cambiamenti alle nostre abitudini quotidiane, ed anche il nostro comportamento di acquisto online è cambiato.Uno studio di Criteo ci aiuta ad analizzare i dati di vendita di alcuni tra i prodotti più venduti a livello globale. I francesi sono i maggiori compratori di webcam in questo periodo   Logitech, un'azienda specializzata in accessori tecnologici per ufficio ha visto in questo periodo un grande incremento di... Continua a leggere →

Google shopping accessibile a tutti

Google shopping accessibile a tutti

L'emergenza Coronavirus ha accelerato molti processi tecnologici che in poche settimane si sono consolidati ed hanno portato diversi cambiamenti.L'acquisto da siti o piattaforme online ha portato ad una veloce propensione dell'utilizzo di metodi di pagamento digitale, come Google pay o Apple pay.L'informazione e la formazione sempre più viene sviluppata e condivisa sul web, attraverso webinar di qualche ora, corsi di varie lezioni o videocall partecipate.Infine dirette social su... Continua a leggere →

Perchè "l'infinite scroll" causa problemi al SEO?

Perchè "l'infinite scroll" causa problemi al SEO?

Martin Splitt, leader del gruppo Search Relations di Google, ha affermato che il Googlebot non analizza lo scroll delle pagine. Splitt ha il compito di consigliare a sviluppatori, SEO e proprietari di siti web come muoversi, ottenendo così la massima visibilità online. Durante l'evento virtuale "Better Together" del 14 Aprile, Splitt ha dimostrato, attraverso la condivisione del suo schermo e successivamente ad una serie di test, che un sito web utilizzasse lo scroll infinito... Continua a leggere →